Dio Salvi la "Regina"

Sei bellissima sdraiata sul mare, sembra quasi che tu non abbia tormenti , ti lasci accarezzare dalle onde e ti fai ammirare per la tua grandiosa bellezza, con i tuoi monti alteri, le tue dolci colline e le acque che ti dissetano ovunque, adornata di piccole terre impreziosite da acque cristalline. 
Ti adoro mia cara, dolce e tenera Italia, madre del mio sangue, radice della mia cultura, ricca di tesori , sei la regina nel mondo e mai avrei voluto che qualcuno ti invadesse, ti toccasse e umiliasse, ma non passa giorno che non provi pietà per te, avrei voluto che tu fossi stata tutta nostra, del tuo popolo, di noi italiani che ti amiamo, che ti rispettiamo e che daremmo la vita pur di per difenderti.
Ma ora sei terra violentata, trattata da prostituta, sfruttata da uomini senza scrupoli che ti invadono, che ti vogliono cambiare nella tua profonda tradizione, uomini che non ti amano ma che ti vogliono perché gli servi e questo ci tormenta il cuore. Tu sei solo nostra, o Regina, nessuno ha il diritto di sbeffeggiarti, di ridere di te, di farti del male.
Tanti ora vengono e calpestano, le tue spiagge e le tue distese verdi, ma noi l’avremmo pure accolti se fossero venuti solo per guardarti con meraviglia per quanto sei bella, ma non è così, i loro sguardi sono rivolti altrove, i loro cuori sentono l’odio, il loro credo non è il nostro credo. Ma nel nostro cuore una speranza esiste e non potrà mai morire, di vederti ancora bella, altera, forte e sdraiata sul tuo mare senza che nessuno venga a disturbarti nel tuo riposo.
Dio salvi la Regina: nostra amata e meravigliosa ITALIA.